Cosa vedere in Arabia Saudita – le escursioni imperdibili
cosa vedere in arabia saudita

Cosa vedere in Arabia Saudita – le escursioni imperdibili

Cosa vedere in Arabia Saudita, un Paese custode di bellezze inaspettate.

Dal 1° ottobre 2019 le Autorità saudite hanno inserito la possibilità, per i cittadini di 49 Paesi (tra cui l’Italia), di richiedere il visto di ingresso anche per motivi turistici.

L’Arabia Saudita offre innumerevoli siti registrati nell’elenco del patrimonio mondiale dell’UNESCO e per questo il Paese mette a disposizione una vasta gamma di escursioni e attività esperienziali. Considerato al terzo posto a livello mondiale per sicurezza, l’Arabia Saufita ti colpirà per il suo fascino, autenticità e capolavori architettonici.  Oggi ci sono più di 11.000 siti archeologici in tutto il Paese, che testimoniamo i trascorsi delle civiltà vissute qui nel corso degli anni.

Noi siamo rimasti incantati dai diversi siti che abbiamo visitato. Scopri quali sono le escursioni che riteniamo imperdibile se stai organizzando il tuo viaggio per l’Arabia Saudita.  Prima di pianificare il tuo viaggio, ricordati che per entrare nel Paese hai bisogno di un visto turistico e soprattuto ricorda che stai andando a visitare un Paese con una cultura totalmente diversa dalla nostra. Rispetta le norme e la cultura locale durante la visita.

Ma quali sono le cose da vedere assolutamente durante un viaggio in Arabia Saudita? Scopriamolo insieme!

| 1. Jedda

Nel corso degli anni, nessuna città più di Jedda è stata influenzata da correnti culturali esterne: un antico porto attraversato da mercanti, artisti internazionali e pellegrini diretti alla Mecca. Oggi Jedda è il centro più vivace di tutta l’Arabia Saudita, sede di hotel lussuosi e eventi di fama mondiale. Il quartiere storico, il cuore della città, Al-Balad, risale al VII secolo e conserva case tradizionali costruite con il corallo ed è ancora perfettamente intatto. Dichiarato patrimonio UNESCO, è caratterizzato da vicoli stretti che conducono a suq dove sarai pervaso da odore di spezie e pane.

| 2. Al-‘Ula

| 3. Dadan

Tra le scoperte più significative di tutta AlUla c’è la città di Dadan, la capitale dei regni Dadan e Lihyan. La città, costruita meticolosamente in pietra ai piedi della valle, risale tra la fine del IX e l’inizio dell’VIII secolo a.C. (Regno di Dadan) e il V-II secolo a.C. (Regno di Lihyan).

| 4. Medina

Una delle città più antiche dell’Arabia Saudita. La città è incentrata su Al Masjid an Nabawi, conosciuta anche come Moschea del Profeta, costruita dal Profeta stesso ed è anche il luogo in cui è sepolto. Qui non potrà mancare la visita al museo di Almadina, dove viene raccontata la storia della città e del suo amato Profeta ed una visita del cortile esterno della moschea durante il tramonto.

| 5. Maraya Concert

NO! Non è un miraggio! È facile pensare che sia un’illusione: il deserto può giocare brutti scherzi alla mente. Poi ti rendi conto che esiste davvero un incredibile edificio ricoperto di specchi nel cuore del deserto arabo.

Con 9.740 metri quadrati di rivestimento a specchi, la Maraya Concert Hall è il più grande edificio a specchi del mondo.

| 6. Jabal Ikmah

Jabal Ikmah è uno dei siti storici più importanti di AlUla ed è designato come una delle più grandi biblioteche a cielo aperto della Penisola Arabica. Comprende centinaia di iscrizioni scolpite e incisioni su pietra lungo la montagna, realizzate in epoche e civiltà diverse migliaia di anni fa.

| 7. Khaybar

Con il suo sorprendente ecosistema desertico vulcanico e il suo ricco significato storico, Khaybar è il luogo in cui cultura, patrimonio e natura si incontrano.

L’antico paesaggio vulcanico di Khaybar è stato modellato da colate laviche che hanno scolpito il terreno, portando a noi numerosi manufatti dalle profondità della terra. L’antica oasi di Khaybar ospita una ricchezza di vita vegetale e animale. Prima dell’ascesa dell’Islam nel VII secolo, l’area era stata abitata da tribù ebraiche arabe fino a quando non cadde sotto gli eserciti musulmani di Maometto durante la battaglia di Khaybar nel 628 d.C.

| 8. Wadi Disah

Wadii Deesa

Wadi Disah è una regione montuosa nonché uno dei paesaggi naturali più belli dell’Arabia Saudita. La valle offre una fuga appartata dal trambusto della vita cittadina per coloro che desiderano vivere la natura nella sua forma pura. Il nome Al Disah si traduce in “La Valle delle Palme” perché il fondovalle è circondato da enormi scogliere di arenaria perfette per l’esplorazione.

Qui hai la sensazione di aver erroneamente attraversato il confine saudita e di essere entrato in un altro Paese. Posto fantastico in mezzo al deserto.
Ti occorre un preventivo? Su scegli la tua vacanza potrai trovare il tuo pacchetto viaggio in base alla destinazione, la data e l’aeroporto di partenza!

Se invece hai necessità di un preventivo su misura, contattaci!

Tutte le escursioni sono acquistabili in agenzia o direttamente in loco SOLO IN ABBINAMENTO ai nostri viaggi. Non ci occupiamo di vendere alcun tipo di escursione singolarmente.